Olimpia in ritiro

 

Dopo un’attesa lunga più di un anno, a primavera per pochi giorni la metà degli abitanti di Frassinoro sarà delle Roteglie. Liti interne per definire le modalità di ritiro

La Magica si ritira sui monti in quel di Fraznùr

L’Olimpia prepara il prossimo ritiro pre-fine-campionato, l’obiettivo è raggiungere il Dama. E chissà come sta Hondo…

 

DEBBIA – La notizia è trapelata proprio in questa frazione di Lugo di San Cassiano, dove un noto frequentatore dell’albergo di Hondo, venuto a sapere dallo stesso anzianottino repubblichino della notizia, ha prontamente appeso volantini per la strada che collega Roteglia a Frassinoro. I Rotegliesi si trasferiranno in massa nella cittadina appenninica. Stupore diffuso tra tutti gli abitanti del posto. Anche i ristoratori della Mandreola sono rimasti a bocca aperta, saputa la notizia, in quanto avrebbero inviato, rispetto ad Hondo, ben un mese prima alla UISP la candidatura per ospitare il ritiro della squadra striina. Scoperti ormai gli altarini, tanti ristoranti e alberghi, hanno subito sospeso gli ordini ai propri fornitori. Si parla di quantità di mancato ricavo per ogni locale pari mediamente a 10 botti di vino. La squadra, venuta al corrente della notizia dai giornali, ha subito indetto una protesta nei confronti della dirigenza che non aveva avvertito della situazione. In particolare è stato preso di mira Debbia, fruitore assatanato di questo diabolico giocattolo governato dal Padano. La squadra ha chiesto di potersi presentare in ritiro senza l’abbigliamento sportivo necessario per allenarsi, ma ancora non si è arrivati a un compromesso con la dirigenza. Le richieste del Padano e di Debbia “Sono solo due” – dichiarano i dirigenti all’unisono – “La prima è di portare tutti scarpe bianche da calcio numero 49” – continua il Lombardo – “Mentre la seconda” – stride Debbia – “è quella di indossare esclusivamente perizoma durante l’allenamento, per poter meglio osservare le forme dei compagni sotto i calzoncini”. A queste richieste la squadra ha risposto (quasi) all’unanimità in maniera negativa a tutte e due le richieste. Unico che ha sostenuto la causa è il portiere della passata stagione, che ha supportato con veemenza la tesi del sistema di osservazione sotto i calzoncini. I calciatori insistono per ottenere il permesso di frequentare il Dama, ma il mister comunista Moreno Pilloli, gran bacchettone e signore all’antica, ancora una volta sarà rigoroso negli orari. Prima delle 23:00 si deve essere a letto, e possibilmente già addormentatia quell’ora. La difficile situazione si chiarirà tra le parti nelle prossime giornate; nel frattempo la domanda più ricorrente tra i calciatori della squadra è “Ma Hondo è vivo?”. La risposta solo a primavera.

Pippo d’canon

Olimpia in ritiroultima modifica: 2010-12-18T13:28:00+01:00da acolimpia
Reposta per primo quest’articolo